Come spurgare il riscaldamento a pavimento

1652
views

L’impianto di riscaldamento a pavimento, così come gli altri sistemi, può essere soggetto a problemi di corrosione. L’aria, soprattutto in alcuni casi, può essere considerata un acerrimo nemico da affrontare il prima possibile. Sotto la lente ci sono, infatti, le bolle d’aria che si vengono a creare negli impianti ad acqua. Un problema che specialmente in passato ha creato non poche criticità a tante famiglie italiane.

Negli anni scorsi i tecnici, addetti alla manutenzione degli impianti, ricorrevano alle pompe ma anche ad alcune tecniche segrete: i tubi venivano riscaldati nel posto in cui si era creata una bolla d’aria oppure si tendeva a colpire con forza e ripetutamente il posto. Come? A volte pure con un martello. Poi le tecniche, con il trascorrere del tempo, sono andate man mano a perfezionarsi e simili problemi sono quasi scomparsi. È naturale che può sempre capitare di trovarsi a fare i conti con le bolle d’aria ed è giusto dunque sapere come fare per spurgare l’impianto.

Il filmato a cura di Sistema Floor Heating

Ma come si crea l’aria negli impianti di riscaldamento a pavimento che funzionano ad acqua? Si può trattare anche di aria che è entrata a far parte del sistema mentre è in funzione oppure potrebbe essere l’aria che non è stata ‘cacciata via’ durante il riempimento dell’impianto. Uno dei nostri consigli è quello di far analizzare in alcuni periodi dell’anno il Ph dell’acqua in modo da assicurare la performance dell’impianto di riscaldamento, nonché i suoi benefici sul fronte energetico. I tecnici effettueranno periodicamente un trattamento dell’acqua per evitare la formazione di calcare e aria nel sistema di riscaldamento.

Le bolle d’aria presentano forme e dimensioni diverse. Solitamente una bolla d’aria ha una misura non inferiore a mezzo millimetro. Ci sono poi le microbolle che presentano una forma sferica e un diametro compreso tra 0,02 millimetri e 0,10 millimetri.
.

Non sono pochi i problemi da affrontare quando si ha a che fare con le bolle d’aria negli impianti di riscaldamento. Spesso i sistemi possono apparire rumorosi o ci può essere una resa termica inferiore rispetto a quella prevista. E se invece nell’impianto di riscaldamento a pavimento si vengono a creare delle microbolle? In questo caso i danni possono essere legati a fenomeni di corrosione o di surriscaldamento. Per scongiurare anche solo uno di questi disagi che vi abbiamo elencato, il primo passo sarà eliminare l’aria presente nell’acqua. Vediamo insieme come procedere alla fase dello spurgo.

Come agire allora se l’aria resta bloccata nelle tubazioni dell’impianto di riscaldamento a pavimento? Lo diremo in pochi step in modo da renderne più semplice la comprensione. La prima cosa da fare per far fronte al problema e ripristinare il funzionamento del sistema è contattare un idraulico qualificato. Il tecnico si renderà conto che c’è un’area della casa che non riesce a riscaldarsi e la isolerà.

Verrà infatti tolto l’attuatore e collegato un tubo alla valvola di flusso sul collettore per poi connetterlo con un rubinetto di acqua fredda. Poi si passerà ad unire il tubo al punto di scarico sul collettore per procedere allo scarico. Il rubinetto freddo e quello caldo verranno aperti e i punti di scarico e di flusso svuotati. In questo modo vengono rimosse le bolle d’aria nell’impianto di riscaldamento a pavimento e si potranno chiudere sia le valvole che il rubinetto d’acqua fredda per poi scollegare definitivamente il tubo. Tutto risolto. Ora potrete accendere il vostro impianto di riscaldamento a pavimento: il calore tornerà ad essere trasmesso uniformemente in tutti gli ambienti di casa.

Il filmato per spurgare un impianto di riscaldamento a pavimento