Riscaldamento a pavimento per piscina

218
views

Possedere una piscina significa anche assicurare un giusto sistema di riscaldamento all’ambiente circostante, nonché all’acqua in cui siamo soliti tuffarci. Sia in estate che in inverno sono in tanti coloro che amano immergersi nell’acqua per rilassarsi e godersi qualche minuto di spensieratezza. Impianto di riscaldamento a pavimento, pompe di calore sono alcune delle soluzioni migliori da poter adottare in queste circostanze. Occhio, ovviamente, al vostro budget e soprattutto alle vostre esigenze.

E’ adatto l’impianto di riscaldamento a pavimento per una piscina?

Abbinare un impianto di riscaldamento a pavimento ai pannelli solari equivale ad effettuare una scelta ecologica. Si tratta di un sistema utilizzato sia per le piscine interrate che per quelle esterne e dunque fuori terra. In molti suggeriscono anche un impianto di riscaldamento a pavimento collegato alle pompe di calore. In questo caso sarà naturalmente necessario un allaccio all’energia elettrica. Questi sistemi presentano un costo più alto e dunque prevedono un investimento maggiore nella fase iniziale. Sul fronte della gestione, però, questi impianti risultano più facili da gestire.

Le pompe di calore sono il sistema migliore sul fronte delle prestazioni. Ottimo pure il coefficiente di rendimento. Queste apparecchiature sono dotate di scambiatori di calore in acciaio, solitamente in acciaio inox o in titanio. Si tratta, infatti, di materiali indicati per acqua di mare o salata artificialmente. Durano nel tempo e sono anche resistenti ai prodotti chimici contenuti nell’acqua delle piscine. Le pompe di calore sono caratterizzate, inoltre, da un display digitale che permette all’utente di poter gestire la programmazione e il funzionamento. Sono inoltre realizzate per farne un uso esterno e dunque per resistere al maltempo.

Le caldaie vengono utilizzate soprattutto per il riscaldamento dell’acqua della piscina. Risultano caratterizzati da materiali resistenti alla corrosione e che durano nel tempo. Simile funzionamento alla caldaia di casa è quello dello scambiatore di calore. Chi possiede una piscina che non viene utilizzata molto spesso e ha la necessità che l’acqua si riscaldi rapidamente può fruire di un sistema di riscaldamento elettrico.

Realizzare una piscina al coperto significa pure prendersi cura dell’ambiente circostante e provare a trattare nel modo adeguato l’aria che circonda questa struttura. Il nostro consiglio è quello di utilizzare sistemi di climatizzazione per piscine coperte o per idromassaggi che siano dotati di pompe di calore e deumidificatori. Suggeriti pure i ventilatori radiali che non producono rumore e quindi sicuramente godono di un vantaggio in più. Questi impianti possono essere installati sia a pavimento che a parete.

Il filmato a cura di Termoimpianti Galli